0323 847 826
Aperti Lu - Ve, 8:30- 13:00 /14:00 – 17:30

Verifica messa a terra

HomeVerifica messa a terra

L’importanza della verifica della Messa a terra

La Verifica Messa a Terra è un controllo periodico stabilito d’obbligo dal DPR 462/01, che richiede a tutti i Datori di Lavoro con almeno un lavoratore (definizione ai sensi dell’art. 2 del D.Lgs 81.08 e s.m.i. è bene tenere presente, che in questa definizione, sono compresi i soci lavoratori, gli stagisti, gli apprendisti, i lavoratori socialmente utili etc.) nella propria azienda, di far eseguire la verifica messa a terra sugli impianti elettrici, con periodicità biennale o quinquennale.

Periodicità delle verifiche

2 ANNI per tutti gli impianti elettrici a servizio di:

  • Ambienti a maggior rischio in caso di incendio:
    attività produttive di qualsiasi settore e genere soggette al controllo e rilascio del CPI da parte dei Vigili del Fuoco, attività a rischi specifici ad esempio locali di pubblico spettacolo e di intrattenimento, alberghi, pensioni, autorimesse, ospedali, comuni, biblioteche, musei, gallerie, case di risposo per anziani, scuole, supermercati, centri commerciali, depositi, magazzini, etc.
  • Luoghi con pericolo di esplosione:
    sono così definiti gli ambienti nei quali avviene la lavorazione, il convogliamento, la manipolazione o il deposito di materiali esplosivi, fluidi/polveri infiammabili.
  • Cantieri edili:
    sono luoghi in cui vi siano impianti elettrici temporanei per lavori di costruzione di nuovi edifici; opere di ristrutturazione, manutenzione, trasformazione, ampliamento o demolizione di edifici esistenti, lavori di movimentazione terra e cave.
  • Locali adibiti ad uso medico:
    sono gli ambienti destinati per scopi diagnostici, terapeutici, chirurgici, di sorveglianza o di riabilitazione, inclusi i trattamenti estetici.

5 ANNI per tutti gli altri casi.

La nostra società partner è Organismo d’Ispezione, regolarmente abilitata dal Ministero ad effettuare le verifiche periodiche e straordinarie sugli impianti elettrici richiamate nel D.P.R. 462/01

Il tempo di periodicità si considera iniziare dall’ultimazione del nuovo impianto o dal rifacimento completo (dichiarazione dell’impresa installatrice).

Sanzioni

Come tutte le leggi dello stato sono state previste anche le sanzioni a carico dei datori di lavoro che non adempiono alle verifiche obbligatorie di legge sugli impianti di terra.

Per i soggetti che non hanno effettuato le verifiche sugli impianti di terra è prevista una sanzione amministrativa che va dalle 1.000 alle 4.800 euro e una sanzione penale che prevede l’arresto da 2 a 4 mesi di reclusione.

Per avere maggiori informazioni sui costi e le modalità di verifica dell’impianto di messa a terra contattaci


    Consenso al trattamento dei dati per finalità di marketing come indicato nel relativo paragrafo dell'informativa privacy):
    AcconsentoNon acconsento